Compenso dei media giornalistici da parte dei grandi servizi online

Internet ha rivoluzionato l’utilizzazione dei media: oggi per informarsi si ricorre sempre più ai motori di ricerca o a un servizio dei social media. Questi ultimi offrono, tra l’altro, un’anteprima sui contenuti mediatici più attuali e rilevanti spesso con link che rimandano alla fonte originale. Attualmente questo utilizzo dei contenuti mediatici non comporta costi per le grandi piattaforme online.


Il Consiglio federale ha dichiarato nel rapporto del 17 dicembre 2021 intitolato «Revisione della legge sul diritto d’autore. Verifica dell’efficacia» che i grandi servizi online traggono grande beneficio dai servizi dei media giornalistici. Pertanto, in linea di principio, ritiene che i media giornalistici siano legittimati a chiedere un compenso da parte dei grandi servizi online. Il Consiglio federale ha quindi incaricato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di preparare un progetto da porre in consultazione per una protezione giuridica dei media giornalistici. Per gli utenti di Internet, l’introduzione di una regolamentazione adeguata in tal senso non comporterà alcun cambiamento. Il DFGP presenterà il progetto e il relativo rapporto esplicativo al Consiglio federale entro la fine del 2022.

 

Offerte d’impiego

 

Offerte d’impiego