Le indicazioni di provenienza

La Svizzera aderisce a due trattati, gestiti dall'OMPI, tesi a proteggere le indicazioni di provenienza. La Convenzione di Parigi vieta l'utilizzo di false indicazioni sulla provenienza dei prodotti. L'Accordo di Madrid sulla repressione delle false o ingannevoli indicazioni di provenienza sulle merci (del 1891) prevede misure contro gli utilizzi commerciali abusivi. Il comitato permanente per la legislazione sui marchi di fabbrica, i disegni e i modelli industriali e le indicazioni geografiche (SCT) è un organo dell'OMPI che si occupa di elaborare il diritto internazionale in materia di indicazioni di provenienza.

 

Convenzione di Parigi e Accordo di Madrid

La Svizzera aderisce a due trattati, gestiti dall'OMPI, tesi a proteggere le indicazioni di provenienza:

 

Comitato permanente per la legislazione sui marchi di fabbrica, i disegni e i modelli industriali e le indicazioni geografiche (SCT)

Il comitato SCT è un organo dell'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI) che si occupa di elaborare il diritto internazionale in materia di indicazioni di provenienza. Promuove inoltre l’armonizzazione delle regolamentazioni nazionali.
La Svizzera partecipa attivamente ai lavori del comitato SCT e con altre delegazioni ha presentato diverse proposte volte a migliorare la protezione dei nomi dei Paesi al momento della registrazione dei marchi e la delegazione dei nomi di dominio Internet.

 
IT: War diese Seite hilfreich?

Questa pagina è stata utile?*

 

Offerte d’impiego

 

Offerte d’impiego