Convenzione sulla diversità biologica (CBD)

La Convenzione sulla diversità biologica (Convention on Biological Diversity, CBD) persegue tre obiettivi equivalenti:

  • la conservazione della diversità biologica (biodiversità). Ciò include la diversità nell'ambito delle specie, e tra le specie degli ecosistemi;
  • l'uso durevole dei componenti della diversità biologica;
  • l'accesso e la ripartizione giusta ed equa dei benefici derivanti dall'utilizzazione delle risorse biologiche («access and benefit sharing»).

 

La CBD è un trattato internazionale sull'ambiente ratificato da 196 paesi, tra i quali la Svizzera e la Comunità europea. La CBD ha già adottato svariati accordi internazionali subordinati volti all'attuazione dei suoi obiettivi, quali ad esempio il Protocollo di Nagoya.

L'IPI è parte della delegazione che rappresenta la Svizzera in seno alla Conferenza delle Parti della CBD.