News

nessuna news in questa lista.

  

Accesso a nuovi medicinali

Tra protezione della proprietà intellettuale ed esigenze della sanità pubblica

  

Per il benessere dei pazienti è importante che questi abbiano facilmente accesso a medicinali a basso costo e di qualità ineccepibile. In questo contesto il ruolo della protezione conferita dai brevetti è piuttosto controverso: se da un lato si tratta di un importante incentivo alla ricerca e allo sviluppo di nuovi medicinali, dall'altro consente al titolare di vietare alla concorrenza l'uso commerciale della propria invenzione per un determinato lasso di tempo, il che può temporaneamente costituire un ostacolo all'accesso ai medicinali in questione.

 

A livello sia nazionale, sia internazionale, si discute spesso di come sarebbe possibile migliorare l'accesso ai medicinali nuovi e più efficaci. Al centro del dibattito c'è il ruolo della protezione della proprietà intellettuale (PI), in particolare della protezione brevettuale che costituisce un incentivo essenziale affinché si continui a investire nell'innovazione nel settore della sanità. Tuttavia, l'accesso ai medicinali è garantito solo se la proprietà intellettuale è utilizzabile.
Nei Paesi più poveri e in determinate economie in transizione la protezione brevettuale non è considerata essere un incentivo, bensì un ostacolo. Questi paesi si chiedono quindi se i brevetti siano la soluzione all'esigenza di migliorare l'accesso ai medicinali o se rappresentino l'essenza del problema.
Il dibattito è in parte ideologico: da un lato perché non tutte le parti conoscono il funzionamento del sistema della PI e dall'altro, perché gli interessi dei produttori di medicinali originali e di medicinali generici e quelli dei Paesi industriali e delle economie in transizione sono opposti sotto il profilo economico e della concorrenza.

  

Qual è il ruolo dell'IPI tra protezione della PI e sanità pubblica?

  • Partecipare attivamente alle riunioni dell'amministrazione federale sui temi della «sanità, innovazione e proprietà intellettuale». Questi incontri servono per definire la posizione della Svizzera in occasione delle trattative internazionali.
  • Partecipare attivamente alle trattative internazionali, e a volte condurle, in seno all'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) e informare sul ruolo e sullo scopo della protezione della PI.
  • Impegnarsi affinché il sistema brevettuale sia compreso quale strumento di promozione degli investimenti nella ricerca e nello sviluppo di nuovi medicinali che a più lungo termine porta alla produzione dei medicinali generici.
  • Dimostrare che per un accesso ottimale ai medicinali, oltre alla proprietà intellettuale occorre considerare una serie di altri fattori (p.es. il prezzo, le regole commerciali, la politica sanitaria nazionale, il sistema sanitario nazionale, il potere d'acquisto locale e i rivenditori).