Politica estera in materia di salute e accesso agli agenti terapeutici

Protezione della proprietà intellettuale nel quadro della politica estera svizzera in materia di salute

Nel 2019 il Consiglio federale ha adottato una versione aggiornata della sua politica estera in materia di salute per gli anni 2019—2024 (PES, pdf). Si tratta di uno strumento politico che definisce per la Svizzera principi guida e campi d'azione per le principali questioni sanitarie globali. Uno dei sei campi d'azione prioritari della PES mira a migliorare l'accesso agli agenti terapeutici. Con le sue competenze, l'IPI contribuisce ai lavori e alla definizione della PES, in particolare per quel che riguarda il ruolo della proprietà intellettuale (PI) quale incentivo chiave per la ricerca e lo sviluppo di nuovi medicinali e il delicato rapporto tra protezione della proprietà intellettuale e salute pubblica.

L'accesso ai medicinali e ai vaccini dipende da molti fattori, in particolare

  • ricerca e sviluppo,
  • finanziamenti e protezione della PI,
  • omologazione per la messa in commercio,
  • catene di approvvigionamento e canali di distribuzione,
  • forma del sistema sanitario e infrastrutture in generale nonché
  • condizioni economiche quadro.


L'accesso ai medicinali di importanza vitale, in particolare, è una sfida complessa, sia nei Paesi a basso e medio reddito, sia in quelli ad alto reddito (p. es. la Svizzera), e richiede un approccio globale. Per una rappresentazione grafica dei principali fattori di accesso si veda il volantino
«What drives access to quality medical products for all»
(pdf).
 
Per l'attuazione della politica estera in materia di salute, gli uffici dell'Amministrazione federale vicini ai temi e ai campi d'azione si coordinano strettamente, garantendo una rappresentanza coerente degli interessi della Svizzera a livello sia internazionale sia nazionale.

  
IT: War diese Seite hilfreich?

Questa pagina è stata utile?*

  

Offerte d’impiego