Nuovo record: eseguite più di 1000 ricerche itolo

17.12.2020 | Brevetti, Comunicato stampa

Anche nel 2020 lo spirito innovativo degli svizzeri resta forte nonostante le sfide. Nel novembre 2020 l’Istituto Federale della Proprietà Intellettuale (IPI) ha passato al vaglio la millesima invenzione dell’anno.

 

Nel mese di novembre l’IPI ha eseguito la sua millesima ricerca assistita nella letteratura brevettuale. Si tratta di un servizio che aiuta gli inventori a situare la loro invenzione rispetto allo stato della tecnica e a decidere se valga la pena brevettarla. Nel quadro della ricerca, il cliente impara a conoscere le diverse possibilità di deposito e gli vengono spiegati gli aspetti sui quali vale la pena concentrarsi.

 

«Un segnale positivo per la Svizzera»

 

Si tratta del numero di ricerche eseguite in un anno più alto dall’introduzione del servizio 15 anni fa. Nel 2019 le invenzioni esaminate sono state 824, una cifra che quest’anno è stata superata già a novembre con la millesima ricerca. Lo spirito innovativo degli svizzeri è dunque forte nonostante la crisi. «Si tratta di un segnale positivo per la Svizzera», afferma Theodor Nyfeler, sostituto capo della divisione Brevetti dell’IPI.

 

Alla domanda sostenuta ha contribuito il fatto che durante il confinamento l’IPI ha mostrato il proprio appoggio a inventori, start-up e PMI proponendo le sue ricerche assistite nella letteratura brevettuale gratuitamente. Nel giro di otto settimane sono pervenute ben 380 richieste e gli esperti in brevetti hanno lavorato a un ritmo di 70 ricerche assistite alla settimana, ossia il triplo rispetto alla norma. La prestazione è sempre più conosciuta negli ambienti dell’innovazione, continua Nyfeler.

 

Ricerca online

 

A partire dal confinamento del mese di marzo le ricerche assistite nella letteratura brevettuale si svolgono perlopiù online. «Il sistema funziona bene», afferma Nyfeler. Anche se è vero che le ricerche eseguite in presenza comportano diversi innegabili vantaggi: lo scambio è più diretto e spontaneo e non ci sono ostacoli tecnici da superare.

 

Prorogata la misura a sostegno delle aziende innovative

 

Le PMI e le start-up attive nell’ambito dell’innovazione continuano a dover affrontare sfide importanti determinate dalla crisi causata dal coronavirus. L’IPI intende restare al loro fianco e continuerà a proporre le sue ricerche assistite nella letteratura brevettuale e analisi contestuali assistite di brevetti al prezzo di 100 franchi anziché 300 fino al 30 giugno 2021.

 

A proposito dell’IPI

 

L’IPI è il centro di competenza della Confederazione per tutte le questioni inerenti alla protezione di brevetti, marchi e design, alle indicazioni di provenienza e al diritto d'autore. Privati e aziende si rivolgono all'IPI per proteggere dagli abusi le loro innovazioni e creazioni. In aggiunta, l’IPI informa il pubblico sui sistemi di protezione.

Nell’ambito della proprietà intellettuale, l’IPI adempie un mandato politico curando la preparazione di atti legislativi, offrendo consulenza alle autorità federali e rappresentando gli interessi della Svizzera nelle organizzazioni internazionali e nei confronti degli altri Paesi.

 

Comunicato stampa

 

Offerte d’impiego

 

Offerte d’impiego