Indicazione di provenienza «Svizzera»

La designazione «Svizzera», sia se utilizzata da sola sia se utilizzata con altri elementi come «Made in Switzerland», «Ricetta svizzera» o «Swiss quality», è un’indicazione di provenienza secondo l’articolo 47 della legge sulla protezione dei marchi (LPM), ossia un riferimento diretto alla provenienza geografica dei prodotti o servizi designati. Anche i marchi figurativi quali la croce svizzera, il Cervino e Guglielmo Tell sono considerati indicazioni di provenienza svizzere.

In linea di massima, per utilizzare l’indicazione di provenienza «Svizzera» non è necessaria alcuna autorizzazione. Se l’indicazione è pertinente, ossia se i prodotti o servizi contrassegnati provengono effettivamente dalla Svizzera, può essere utilizzata senza vincoli. Le aziende che utilizzano l’indicazione di provenienza «Svizzera» devono quindi accertarsi che i loro prodotti e servizi soddisfino i criteri della provenienza svizzera stabiliti per legge. Dimostrare la provenienza di un prodotto o di un servizio è tuttavia necessario solo in caso di contenzioso.

 

I criteri di provenienza definiti nella legge tengono conto delle caratteristiche specifiche dei prodotti. La LPM suddivide i prodotti in tre categorie: prodotti naturali, derrate alimentari e prodotti industriali. Per i servizi è prevista una categoria a parte.