|

AgroTech: da progetto universitario a start-up tecnologica

La ricercatrice, imprenditrice e CEO Olga Dubey ha iniziato a indagare la resistenza ai funghi nel quadro della sua tesi di dottorato all’Università di Losanna. Ciò l’ha portata a scoprire un composto antimicotico naturale a base vegetale, che ha chiamato AgroStore, su cui poggia l'innovativa tecnologia brevettata della sua start-up AgroSustain.

Olga Dubey
Immagine: Olga Dubey

Da subito, l’obiettivo è stato quello di sviluppare soluzioni applicabili lungo tutta la catena di approvvigionamento agricolo, in particolare trattamenti di origine naturale. Intenzionata a trovare un’alternativa ai pesticidi chimici, il cui uso è già diffusamente vietato, Olga Dubey si è concentrata su composti naturali che non mettessero a rischio l’ambiente e la salute e potessero essere impiegati da chiunque operi nel campo della distribuzione di frutta e verdura.

 

 

 

 

AgroSustain, fondata nel 2018, ha l’obiettivo di sviluppare composti a base vegetale per combattere la formazione di muffe su frutta e verdura. Il trattamento avviene nei magazzini di conservazione o imballaggio per preservare la freschezza dei prodotti. Si tratta di soluzioni naturali che funzionano per contrastare un’ampia gamma di funghi patogeni. Le perdite legate al deperimento della frutta e della verdura sono sensibilmente ridotte, con effetti positivi sulla sostenibilità e sull’impatto ambientale.

 

 

Dai tempi dell’università, Olga Dubey e il suo partner commerciale Sylvain Dubey hanno avuto modo di collaborare con partner dei settori pubblico e privato quali Agroscope (Changins), Venture Kick, il Cantone di Vaud e Veuve Clicquot.

 

Olga Dubey ha inoltre partecipato al programma BRIDGE, patrocinato dal Fondo nazionale e da Innosuisse, l’Agenzia svizzera per la promozione dell’innovazione, teso a creare sinergie e promuovere il trasferimento di sapere tra ricercatori e imprenditori al fine di commercializzare scoperte e prodotti.

 

 

L’innovazione, sotto forma di invenzioni e nuove tecnologie, presuppone sinergie e investimenti; nel quadro di uno scambio sulle buone prassi e sulle strategie vincenti dinanzi al Consiglio TRIPS dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), l’IPI ha scelto di presentare AgroSustain quale esempio di un'efficace strategia e gestione della PI.

 

 
 

Per saperne di più su Olga Dubey e AgroSustain, partecipate insieme all’IPI e alla Missione permanente della Svizzera presso l’OMC all’incontro annuale patrocinato dal gruppo «Friends of IP and Innovation», che si terrà il 18 ottobre 2019 presso la sede dell’OMC a Ginevra.

 

La manifestazione è aperta al pubblico ed è previsto uno spuntino per tutti i partecipanti.

 

Per partecipare basta iscriversi qui.

Indietro

Condividi