Nuovo coronavirus: informazioni per PMI, start-up, depositanti, clienti e visitatori

Stato 26.6.2020

 

Consultate questa pagina per tenervi aggiornati sulle misure adottate dall'IPI per far fronte alla pandemia di coronavirus.

 

Siamo a disposizione per rispondere a qualsiasi domanda. Non esitate a contattarci telefonicamente al numero +41 31 377 77 77 (lu–ve, 8:00–12:00 e 13:00–17:00) o via e-mail all'indirizzo infonot shown@ipito make life hard for spam bots.ch. Anche le visite all'IPI sono di nuovo possibili.

    

Procedure relative ai titoli di protezione

Nel limite del possibile cerchiamo di aiutare i depositanti e i titolari di diritti che rischiano di subire inconvenienti procedurali a causa del nuovo coronavirus.

 

Per quel che riguarda le domande di proroga dei termini sfruttiamo il margine di cui disponiamo nel quadro del diritto nazionale e internazionale. Una nuova misura che riguarda tutte le procedure è la concessione di una proroga del termine di due mesi per la prima e la seconda domanda di proroga. In casi gravi giustificati è concessa una terza proroga di durata adeguata a prescindere dal consenso dell’eventuale controparte.

 

In particolare queste regole valgono anche per le proroghe dei termini relativi alle procedure di opposizione e di cancellazione per mancato uso del marchio. I termini di pagamento che non sono definiti legalmente sono prorogati solo in casi eccezionali.

  
  

In caso di inosservanza di un termine le possibilità a disposizione sono quelle di sempre:

 

Richiesta di proseguimento della procedura (marchi, brevetti, design):
dovete presentare la domanda entro due mesi a partire dal momento in cui avete preso atto dell’inosservanza del termine, ma al più tardi sei mesi dopo lo scadere del termine inosservato; entro lo stesso termine dovete inoltre compiere integralmente l’atto omesso e versare le tasse previste.

Le condizioni specifiche sono definite nelle relative disposizioni di legge:

 


Domanda di restituzione del termine (marchi e design):
dovete presentare la domanda entro 30 giorni dalla cessazione dell’impedimento. Nella domanda dovete spiegare in che misura non vi è stato possibile, senza vostra colpa, agire nel termine stabilito. Dovete inoltre compiere l’atto omesso.

Le condizioni specifiche sono definite all’articolo 24 PA.

Domanda di reintegrazione nello stato anteriore (brevetti):
dovete presentare la domanda entro due mesi dalla cessazione dell'impedimento, ma al più tardi entro il termine di un anno a contare dallo scadere del termine non osservato. Nella domanda dovete rendere verosimile che non vi è stato possibile, senza vostra colpa, agire nel termine stabilito. Dovete inoltre compiere l’atto omesso.

Le condizioni specifiche sono definite agli articoli 47 LBI e 15 OBI.

 

Trovate maggiori informazioni nel nostro opuscolo dedicato alla «Proroga dei termini e proseguimento della procedura».

  
  

In seguito alla decisione presa il 20 marzo 2020 dal Consiglio federale di prorogare le ferie giudiziarie per le procedure civili e amministrative, la maggior parte dei termini relativi alle procedure dinanzi all'IPI è stata sospesa dal 21 marzo al 19 aprile 2020.

 

Informazioni sulla sospensione

 

  • I termini stabiliti dall’IPI con scadenza tra il 21 marzo e il 19 aprile 2020, sono scaduti il 20 aprile 2020.
  • Anche i termini relativi al pagamento delle tasse di proroga e delle tasse annuali con scadenza tra il 21 marzo e il 19 aprile 2020 sono scaduti il 20 aprile 2020.
  • I termini stabiliti dalla legge o dall’IPI in giorni sono stati sospesi fino al 19 aprile 2020 e hanno iniziato nuovamente a decorrere a partire dal 20 aprile 2020. Ciò è valso anche per i termini di ricorso.

 

I seguenti termini non erano interessati dalla sospensione

 

  • I termini stabiliti in mesi o in anni (p. es. i termini di priorità e il termine di opposizione o quello per il pagamento della tassa di opposizione).
  • I termini con scadenza successiva al 19 aprile 2020.
  • I termini relativi alle procedure internazionali (PCT, CBE, sistema di Madrid, sistema dell’Aja).

 

La sospensione non influisce sulla durata di validità dei titoli di protezione. I titoli di protezione che sono scaduti tra il 21 marzo e il 19 aprile 2020 non sono quindi stati prorogati in ragione della sospensione dei termini.

  

Formazione e corsi

Abbiamo ripreso i nostri corsi, che si tengono nel rispetto delle regole di igiene e di distanziamento dell'Ufficio federale della sanità pubblica. Consultate il nostro calendario dei corsi per saperne di più sulle formazioni previste prossimamente.

  

Ricerche assistite e analisi contestuali a prezzo ridotto

Per continuare a sostenervi, fino al 31 dicembre 2020 le ricerche brevettuali e le analisi contestuali assistite costeranno 100 franchi anziché 300. Di norma saranno eseguite online sotto forma di riunione virtuale. Per il resto continuano a valere le Condizioni generali.

 

Vai al modulo di domanda.

  
IT: War diese Seite hilfreich?

Questa pagina è stata utile?*

  

Offerte d’impiego