Bio Innovation Day di Ginevra: l’IPI premia due invenzioni

In occasione della giornata dedicata alle innovazioni in ambito biotecnologico, ricercatori e start up hanno presentato complessivamente 36 progetti ai potenziali investitori, esponenti dell’industria ed esperti del trasferimento tecnologico riunitisi presso il campus biotech. «Siamo molto soddisfatti di come si è svolta la manifestazione», commenta Karolina Niewola, responsabile dell’organizzazione del Bio Innovation Day presso l’università di Ginevra. Il numero di partecipanti (182) è rimasto stabile rispetto all’ultima edizione tenutasi a Losanna nel 2015.

 

L’IPI premia due progetti

 

L’Istituto Federale della Proprietà Intellettuale (IPI) ha per la prima volta partecipato alla manifestazione sponsorizzando un premio speciale attribuito a due progetti. «La qualità dei progetti presentati era molto buona. I partecipanti sapevano tutti il fatto loro», commenta Christian Moser, esperto in brevetti biotecnologici dell’IPI e membro della giuria; quest’ultima ha conferito anche un premio incubatore e un premio del pubblico. Alla fine, afferma l'esperto, hanno vinto i progetti che sono riusciti a convincere con idee promettenti e presentazioni brillanti.

 

Nel suo intervento Christian Moser ha sottolineato l’importanza dei brevetti per le start up, suggerendo che non è essenziale solo gestire il proprio portafoglio, ma anche monitorare i brevetti della concorrenza. Nel quadro del processo innovativo può rivelarsi utile anche una ricerca assistita, durante la quale un esperto dell’IPI e il cliente esaminano insieme l’idea.

  

Offerte d’impiego