Accordo commerciale anticontraffazione (ACTA)

  

Attualità

  

La Svizzera non firma l'accordo ACTA

L'accordo è rimasto aperto alla firma fino al 1° maggio 2013. Svizzera, Cipro, Estonia, Germania, Paesi Bassi e Slovacchia non hanno firmato entro il termine, precludendosi così la possibilità di firmare l'accordo in qualità di Parti negoziatrici.
Le altre Parti negoziatrici (Australia, Canada, Corea del Sud, Giappone, Marocco, Messico, Nuova Zelanda, Singapore, Stati Uniti, UE e 22 dei suoi Stati membri) hanno firmato l'accordo entro la scadenza fissata al 1° maggio 2013. Per la ratifica non è stato fissato alcun termine. Per l'entrata in vigore è necessaria la ratifica di almeno sei Parti.

  

Sviluppi precedenti

  

Firma dell'Accordo ACTA: la Svizzera aspetta

In risposta (tedesco pdf 773 KB o francese pdf 803 KB) a una richiesta della Commissione della politica estera del Consiglio nazionale, il Consiglio federale ha dichiarato che la Svizzera attenderà che vi siano sufficienti elementi di valutazione della procedura successiva prima di firmare l'Accordo ACTA. Comunicato stampa (pdf 10 KB) del 9 maggio 2012.

  

Accordo firmato dall'UE e da 22 Paesi membri

Il 26 gennaio 2012 l'UE e 22 paesi membri hanno firmato l'Accordo ACTA. Altri 5 Membri dell'UE (Germania, Estonia, Paesi Bassi, Slovacchia e Cipro) hanno rimandato la firma. Il 22 febbraio 2012 la Commissione europea ha deciso di attendere la valutazione della Corte di giustizia dell'Unione europea in merito alla compatibilità dell'Accordo ACTA con il diritto comunitario prima di ratificare l'Accordo.

  

1° ottobre 2011: un primo gruppo di paesi ratifica l'Accordo ACTA

Su invito del Giappone il 1° ottobre 2011 si è tenuta a Tokyo una cerimonia durante la quale un primo gruppo di paesi  (Australia, Giappone, Canada, Corea del Sud, Marocco, Nuova Zelanda, Singapore  e Stati Uniti) ha ratificato l'Accordo ACTA (Accordo commerciale anticontraffazione). Hanno partecipato alla cerimonia anche gli altri paesi negoziatori, ossia l'UE e i suoi Stati membri, il Messico e la Svizzera, che, tuttavia, non hanno ancora ratificato l'Accordo in attesa della conclusione delle rispettive procedure interne di approvazione. Questo secondo gruppo di paesi ha colto l'occasione per rilasciare un comunicato stampa in inglese (pdf 22 KB) comune.

Torna sù

  

Chiusura delle trattative

Gli esperti delle delegazioni ai negoziati ACTA si sono incontrati inizio dicembre 2010  a Sydney, Australia, per verificare il testo negoziato sotto il profilo giuridico. Il testo dell’accordo ACTA è dunque disponibile nella sua forma finale (in inglese e francese, pdf 146 KB). Le Parti avvieranno ora le procedure previste a livello nazionale in vista della firma e della ratifica dell'accordo.

Torna sù

  
IT: War diese Seite hilfreich?

Questa pagina è stata utile?*

  

Offerte d’impiego