Domande ricorrenti sulla revisione della legge sui brevetti

 

Qual è lo stato attuale della revisione parziale della legge sui brevetti (attuazione della mozione Hefti) e quali sono i prossimi passi?

 

In occasione della seduta del 18 agosto 2021, il Consiglio federale ha preso atto dei risultati della consultazione sulla revisione parziale della legge sui brevetti (attuazione della mozione Hefti) e ha deciso i prossimi lavori. Ha incaricato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di sottoporgli entro la fine del 2022 un messaggio che tenga conto dei pareri espressi in merito a singoli ambiti, modificando il contenuto dell’avamprogetto (cfr. domande 2 e 3).

 

Perché l'avamprogetto è stato modificato dopo la consultazione?

 

Dalla consultazione è emerso che una modernizzazione della procedura d'esame del brevetto è generalmente accolta con favore dalla maggioranza dei Cantoni, dai partiti politici e dalle diverse cerchie interessate. Tuttavia, alcuni partecipanti hanno espresso la loro insoddisfazione riguardo al sistema proposto, che prevede un esame completo del brevetto e un modello d’utilità non esaminato e, in particolare, alla procedura di ricorso.

Le modifiche decise dal Consiglio federale tengono conto dei pareri espressi nel quadro fissato dal mandato parlamentare. L'obiettivo è quello di combinare i vantaggi del sistema esistente con quelli di una modernizzazione.

 

Quali sono le modifiche rispetto all'avamprogetto posto in consultazione?

 

Le principali modifiche sono:

  • Istituzione del Tribunale federale dei brevetti (TFB) come autorità di ricorso contro le decisioni dell'IPI: grazie al suo elevato livello di competenze tecniche, il TFB rivestirà il ruolo di nuova autorità di ricorso contro le decisioni dell’IPI.
  • Esame flessibile dei brevetti svizzeri con esame completo su richiesta: la mozione Hefti adottata dal Parlamento chiede che sia introdotto un brevetto con esame completo (ossia che includa l’esame della novità e dell'attività inventiva). Durante la procedura di consultazione è emerso che l'esame completo è in linea di massima accolto con favore, ma che diverse voci sostengono il mantenimento dell'attuale sistema con brevetti parzialmente esaminati. Per rispondere a queste diverse esigenze, la modifica dell'avamprogetto prevede una maggiore flessibilità dell’attuale esame dei brevetti introducendo un esame completo su richiesta.
  • Introduzione della ricerca obbligatoria per tutte le domande di brevetto: al fine di valutare meglio la validità giuridica dei brevetti svizzeri, una ricerca obbligatoria sarà effettuata per ogni domanda di brevetto.
  • Rinuncia all'introduzione del modello d'utilità: La decisione di mantenere l'attuale brevetto (parzialmente esaminato) e di introdurre un esame completo opzionale, annulla l'esigenza di un nuovo diritto di proprietà intellettuale parzialmente esaminato. Si rinuncia pertanto all’introduzione del modello d'utilità, criticato nella consultazione per la sua configurazione (in particolare per la durata ridotta della protezione).
  • Rinuncia alla procedura di opposizione con estensione della possibilità di ricorso: durante la consultazione sono state sollevate critiche nei confronti della procedura di opposizione, ritenuta eccessivamente lunga e complicata. La modifica dell'avamprogetto prevede che la procedura di opposizione davanti all'IPI sia abolita e sostituita da un'estensione della possibilità di ricorso all'istanza d'appello (Tribunale federale dei brevetti) che snellisce la procedura e continua a garantire la possibilità di revisione da parte di terzi.

Aspetti non controversi come l'utilizzo esteso della lingua inglese sono invece mantenuti.

 

Procedura di ricorso

 

Quale istanza di ricorso prevede l'avamprogetto modificato?

 

L'avamprogetto modificato prevede che le decisioni dell'IPI in materia di brevetti possano essere impugnate davanti al TFB. Soprattutto la revisione delle decisioni dell'IPI sulla novità e l'attività inventiva richiede che l’autorità giudicante, oltre alle competenze giuridiche, disponga di un elevato livello di competenze tecniche. Il TFB, in quanto tribunale federale specializzato per le controversie civili in materia brevettuale, soddisfa tali requisiti. A sua volta, le decisioni del TFB - se previsto dalla legge - possono essere impugnate dinanzi al Tribunale federale come tribunale di ultima istanza.

 

Perché l'avamprogetto modificato rinuncia alla procedura di opposizione?

 

In sede di consultazione numerosi partecipanti hanno criticato la procedura di opposizione definendola eccessivamente lunga e complicata. Anche nella sua forma attuale, la procedura di opposizione introdotta nel 2008 non ha acquisito rilevanza dal momento che finora non vi è mai stato fatto ricorso.

 

Come richiesto da diversi partecipanti alla consultazione, la procedura di opposizione sarà sostituita da una possibilità di ricorso diretto dinanzi all'istanza di ricorso (vale a dire il TFB). Eliminando la procedura di opposizione, la procedura di ricorso risulta snellita, con una conseguente riduzione dei tempi. Al contempo, l'estensione del diritto di ricorso e di legittimazione al ricorso continuano a garantire la possibilità di revisione da parte di terzi in caso di disaccordo con le decisioni dell'IPI.

 

Esame dei brevetti completo e flessibile, ricerca obbligatoria e modello d'utilità

 

Il brevetto nella sua forma attuale sarà mantenuto?

 

Sì, l'attuale brevetto continuerà a essere disponibile. In linea di principio, nel quadro dell’esame della domanda di brevetto, l'IPI continuerà a non esaminare la novità e l'attività inventiva. Gli inventori continueranno quindi ad avere accesso a un titolo di protezione non esaminato e poco costoso. Tuttavia, chiunque desideri un brevetto con esame completo potrà in futuro richiederlo.

 

Che cosa si intende per «esame dei brevetti flessibile»?

 

«Flessibile» significa che in futuro il depositante potrà scegliere se la domanda dovrà essere completamente esaminata (cioè incluso l'esame della novità e dell'attività inventiva). Se il depositante chiede l'esame completo, l'IPI rilascia un brevetto completamente esaminato come quelli concessi nel quadro dalla Convenzione sul brevetto europeo, in Germania, negli Stati Uniti, in Giappone e in molti altri Paesi. Se il depositante non chiede l'esame completo, l'IPI rilascia un brevetto che non include l’esame della novità e dell'attività inventiva.

 

Come funziona la nuova procedura per l'esame dei brevetti?

 

L'avamprogetto modificato rende l'esame dei brevetti più flessibile e allo stesso tempo aumenta la certezza del diritto. Il progetto prevede che per ogni domanda di brevetto sia effettuata una ricerca obbligatoria sullo stato della tecnica. Su questa base, i depositanti di brevetti (così come i terzi) possono farsi un'idea della probabile validità giuridica e decidere se vogliono ritirare la domanda o procedere con l'esame. Possono inoltre scegliere se chiedere un esame completo (che includa cioè la novità e l'attività inventiva). Qualora non sia richiesto un esame completo, l'IPI rilascia il brevetto senza esaminare la novità e l'attività inventiva.

 

Quali sono le differenze tra i brevetti parzialmente e completamente esaminati?

 

Per quanto riguarda la durata della protezione, la portata della protezione eccetera, tutti i brevetti rilasciati, che siano parzialmente o completamente esaminati, sono identici. Tuttavia, nel caso dei brevetti completamente esaminati, l'IPI esaminerà anche i due requisiti della novità e dell’attività inventiva. Questo aumenta la certezza del diritto sia per il depositante che per i terzi. Il brevetto completamente esaminato corrisponde a un brevetto europeo concesso dall'Ufficio europeo dei brevetti (UEB) con estensione alla Svizzera, così come ai brevetti di molti altri Stati in Europa e nel mondo.

 

Quali sono i vantaggi di un esame completo?

 

Nel caso di un brevetto con esame completo, prima del rilascio l'IPI verifica tutte le condizioni legali, comprese la novità e l'attività inventiva. Ciò implica diversi vantaggi:

 

  • L’esame completo aumenta la certezza del diritto per tutte le parti coinvolte perché l'IPI esamina tutti gli aspetti importanti del brevetto. Ciò riduce il numero dei cosiddetti «brevetti spazzatura» (cioè i brevetti che non soddisfano le condizioni materiali di protezione come la novità, ecc. ma che attualmente sono comunque rilasciati a causa della mancanza di un esame di tali requisiti).
  • È più facile far valere il brevetto con esame completo nei confronti di terzi visto che, nel caso di un eventuale processo civile, l’esame completo costituisce un importante riferimento a favore della validità giuridica del brevetto.
  • La concessione in licenza di un brevetto completamente esaminato è più attrattiva perché riduce i rischi del licenziatario.
  • Il brevetto con esame completo è una valida alternativa, soprattutto per le PMI, al brevetto europeo con estensione alla Svizzera rilasciato dall'Ufficio europeo dei brevetti (UEB), più scomodo e costoso per le aziende più piccole.
  • Il brevetto con esame completo corrisponde agli standard internazionali e ai brevetti della maggior parte degli Stati membri della CBE e di molti Paesi del mondo, così come ai requisiti dell'OCSE per i titoli di protezione ammessi al patent box.
 

Cosa ne sarà del modello d'utilità originariamente proposto?

 

Nell'avamprogetto modificato si rinuncia all'introduzione di un modello d'utilità. La mozione Hefti chiedeva l'introduzione del modello d’utilità come alternativa rapida e a buon mercato al nuovo brevetto completamente esaminato. Con il nuovo esame flessibile dei brevetti, gli inventori hanno ora la possibilità di scegliere se vogliono un brevetto parzialmente o completamente esaminato. In entrambi i casi è previsto un periodo massimo di protezione di 20 anni. Un modello d’utilità con un periodo di protezione di soli 10 anni non è quindi più necessario.

 

Quali sono i vantaggi della nuova ricerca obbligatoria?

 

L'attuale procedura d’esame incompleto dei brevetti crea qualche incertezza: soprattutto le PMI e gli inventori individuali con poca esperienza in materia di brevetti difficilmente riconoscono se un brevetto svizzero è nuovo e inventivo. Tuttavia, la mozione e i partecipanti alla consultazione chiedono una maggiore certezza del diritto. Ogni domanda di brevetto sarà quindi ormai integrata con una ricerca obbligatoria. Il rapporto di ricerca pubblico documenta lo stato della tecnica da cui l'invenzione deve distinguersi. Sulla base di queste informazioni, per l'IPI, i depositanti e i terzi interessati è più facile valutare se l'invenzione è effettivamente proteggibile.

 

L'importo della tassa di ricerca non è ancora stato fissato, poiché i dettagli relativi alle tasse per il nuovo sistema non sono ancora stati determinati. Tuttavia, è necessario considerare che la mozione chiede un titolo di protezione non esaminato al costo dell'attuale brevetto svizzero. Questo dovrà essere preso in considerazione quando si stabilirà l’importo della tassa.

 
IT: War diese Seite hilfreich?

Questa pagina è stata utile?*

 

Offerte d’impiego

 

Offerte d’impiego