News

nessuna news in questa lista.

  

Archivio (01.03.2015)

Dialogo bilaterale tra la Svizzera e la Cina sulla proprietà intelletuale

Informazioni aggiornate su Cina.

Non si garantisce l'attualità dei link esterni negli archivi.

  

Incontri precedenti

  

Sesto incontro del gruppo di lavoro svizzero-cinese nell'ambito della protezione della proprietà intellettuale

Nella settimana del 4 marzo 2013 si è tenuto a Pechino il sesto incontro nel quadro delle discussioni bilaterali in materia di proprietà intellettuale tra Svizzera e Cina. In aggiunta all'incontro ufficiale è stata nuovamente organizzata una tavola rotonda tra i rappresentanti dell'industria svizzera e il governo cinese, nonché incontri bilaterali con lo State Intellectual Property Office (SIPO), il Chinese Trademark Office (CTMO), il Trademark Review and Adjudication Board (TRAB), e la Chinese Academy of Social Sciences (CASS).

L'incontro ufficiale si è tenuto per la quarta volta sotto l'egida di YANG Guohua, uno dei vicedirettori del Ministero cinese del commercio (MOFCOM) e di Felix Addor, sostituto direttore dell'IPI. Alla riunione hanno altresì partecipato i rappresentanti del SIPO, della State Administration of Industry and Commerce (SAIC), del Supreme People’s Procuratorate (SPP), della Supreme People’s Court (SPC), del Ministry of Public Security (MPS), della General Administration of Quality Supervision, della Inspection and Quarantine (AQSIQ), del Ministry of Agriculture (MoA), della General Administration of Customs (GAC) nonché della State Forestry Administration. Quest'anno il dibattito si è concentrato in particolare sulla concorrenza sleale e sul progetto per la nuova normativa in materia di compenso dell'inventore.

La tavola rotonda tra esponenti dell'industria svizzera (ABB, Nestlé, Novartis, Roche, SwissCham, Syngenta e Victorinox) e diversi rappresentanti del governo cinese si è rivelata un mezzo utile per discutere in maniera mirata di problemi concreti.

Nel quadro dei rapporti bilaterali il SIPO ha invitato un esperto in brevetti svizzero a partecipare a un seminario sul sistema brevettuale cinese tenutosi in Cina a fine maggio 2013. A metà giugno 2013 una delegazione del SIPO, guidata dal Deputy Commissioner YANG Tiejun, giungerà all'IPI per discutere, tra le altre cose, dell'amministrazione elettronica dei sistemi di protezione.

Il settimo incontro del gruppo di lavoro è previsto a Pechino nella primavera del 2014.

Torna sù

  

Quinto incontro del gruppo di lavoro svizzero-cinese nell'ambito della protezione della proprietà intellettuale

Nella settimana del 21 novembre 2011 si è tenuto a Pechino il quinto incontro nel quadro delle discussioni bilaterali in materia di proprietà intellettuale tra Svizzera e Cina. Oltre all'incontro ufficiale, è stata organizzata una tavola rotonda con esponenti dell'industria svizzera e del governo cinese, nonché visite bilaterali presso la State Administration of Industry and Commerce (SAIC)  e lo State Intellectual Property Office (SIPO).

L'incontro ufficiale si è tenuto sotto l'egida di YANG Guohua, uno dei vicedirettori del Ministero cinese del commercio (MOFCOM) e di Felix Addor, sostituto direttore dell'IPI. Hanno inoltre partecipato i Ministeri seguenti: State Intellectual Property Office (SIPO),  State  Administration of Industry and Commerce (SAIC), General Administration of Quality Supervision, Inspection and Quarantine (AQSIQ), State Food and Drug Administration (SFDA), Ministry of Agriculture (MoA), National Copyright Administration (NCAC), General Administration of Customs (GAC) e State Administration of Forestry. Quest'anno le discussioni tra la delegazione svizzera e gli esperti cinesi si sono incentrate soprattutto su questioni giuridiche inerenti i marchi e i brevetti.

La prima tavola rotonda in Cina tra esponenti dell'industria svizzera (dalla Svizzera e dalle sedi cinesi) e rappresentanti del governo cinese ha riscosso grande interesse da parte svizzera, e può essere considerata un successo anche perché, per la prima volta, è stato possibile affrontare apertamente alcune questioni importanti per le aziende elvetiche. Una delle principali richieste di Nestlé, che ha chiesto di ottenere lo status di "well-known trademark" per alcuni dei suoi marchi, è stata accolta dal comitato d'esame politico della SAIC due giorni dopo l'inizio dei lavori.

Prima dell'incontro ufficiale la delegazione svizzera ha, tra gli altri, reso visita al SIPO e alla SAIC per parlare di questioni inerenti i marchi e i brevetti, ma anche per intensificare la collaborazione diretta con i rappresentanti di queste due importantissime istituzioni nell'ambito della PI.

Torna sù

  

9.11.2010 – Quarto incontro del gruppo di lavoro cino-svizzero sulla proprietà intellettuale

Il quarto incontro del gruppo di lavoro cino-svizzero sulla proprietà intellettuale si è tenuto a Berna il 9 novembre 2010. Il giorno precedente le due delegazioni hanno visitato a Stein il centro di ricerca della Syngenta SA che produce prodotti chimici per l'agricoltura. Le delegazioni hanno altresì avuto modo di incontrare i rappresentanti dell’industria, analogamente alla visita alla Roche nel 2008 (si veda il rapporto più sotto).

Il gruppo ha ripreso quanto discusso in occasione delle precedenti tre sedute tenutesi a Pechino (2007 e 2009) e a Berna (2008) ed ha approfondito determinate decisioni della Cina rilevanti per le imprese elvetiche attive in Cina. Il capo della delegazione cinese si è detto pronto a portare i punti in questione all'attenzione delle autorità competenti di Pechino, a fornire risposte concrete e a portare avanti la discussione in vista del prossimo incontro. Le domande sul diritto brevettuale e sulla protezione dei risultati dei test delle aziende farmaceutiche saranno trattate per scritto in un secondo tempo vista l'assenza dei rappresentanti delle autorità cinesi competenti (State Intellectual Property Office und State Food and Drug Authority).

Da parte cinese hanno tra gli altri partecipato all'incontro esponenti del ministero del commercio (MOFCOM), dell'amministrazione statale dell'industria e del commercio (SAIC), dell'amministrazione generale preposta alla qualità, alle ispezioni e alla quarantena (AQSIQ), del ministero dell'agricoltura (MoA), dell'amministrazione nazionale per il diritto d'autore (NCAC), del massimo tribunale della Repubblica popolare cinese (SPC), del ministero pubblico (P), nonché dell'amministrazione delle dogane (GAC).

Alla tavola rotonda con l'industria svizzera hanno partecipato rappresentanti di economiesuisse, della SGCI Chemie Pharma Schweiz, di Interpharma, della Federazione dell'industria orologiera svizzera (FH), dell'Associazione dei consulenti in brevetti nell'industria svizzera (VIPS/ACBIS), di Nestlé, Novartis, Roche, BASF e di Syngenta, che ha fatto gli onori di casa. La tavola rotonda ha consentito agli esponenti dell'industria svizzera di discutere direttamente con la delegazione cinese e di illustrare le difficoltà che le aziende elvetiche incontrano in Cina nell'ambito della protezione della proprietà intellettuale.

L'IPI ha inoltre organizzato un secondo seminario sulla protezione delle indicazioni geografiche (GI) che ha suscitato l'interesse della delegazione cinese. Lo scambio e la collaborazione in questo ambito continueranno anche in futuro.

La discussione è stata aperta, informativa e costruttiva. L'accento è stato posto sullo scambio reciproco di informazioni, sulla costruzione di un clima di fiducia e sulla soluzione di problematiche economiche e industriali concrete nell'ambito della proprietà intellettuale.

Il gruppo di lavoro si riunirà nuovamente in Cina nell'autunno 2011. Per la prima volta l'incontro ufficiale sarà seguito da una tavola rotonda anche in Cina.

Torna sù

  

Terzo incontro del gruppo di lavoro cino-svizzero sulla proprietà intellettuale

Il terzo incontro del gruppo di lavoro cino-svizzero sulla proprietà intellettuale si è svolto a Pechino (Cina) il 6 novembre 2009. Il gruppo di lavoro è stato co-presieduto dal sostituto direttore dell'Istituto Federale della Proprietà Intellettuale (IPI) Felix Addor e dal sostituto direttore del Dipartimento dei trattati e del diritto presso il Ministero del Commercio cinese (MOFCOM) YANG Guohua.

Durante la riunione sono proseguite le importanti discussioni avviate in occasione dei primi due incontri nel 2007 (Pechino) e 2008 (Berna). I principali temi trattati sono stati la nuova legge cinese sui brevetti (in vigore dal 1° ottobre 2009) e la protezione dei dati di test nonché delle indicazioni geografiche. La delegazione cinese era composta da rappresentanti del Ministero del Commercio cinese (MOFCOM), dello State Intellectual Property Office (SIPO), della State Food and Drug Authority (SFDA), della State Administration of Industry and Commerce (SAIC), della General Administration of Quality Supervision, Inspection and Quarantine (AQSIQ), del Ministero dell'Agricoltura (MoA) nonché del Ministero della Pubblica sicurezza.

Inoltre la delegazione svizzera e quella cinese hanno organizzato un primo seminario sui rispettivi sistemi nazionali di protezione delle indicazioni geografiche. Le parti hanno convenuto di approfondire la collaborazione in tale ambito.

Gli incontri si sono svolti in un clima molto costruttivo e aperto.

Il gruppo di lavoro si riunirà per la quarta volta nell'autunno 2010 in Svizzera. All'incontro formale del gruppo di lavoro seguirà una tavola rotonda con i rappresentanti dell'industria svizzera nonché un ulteriore seminario sulle indicazioni geografiche.

Torna sù

  

24./25.11.2008 – Secondo incontro del gruppo di lavoro cino-svizzero sulla proprietà intellettuale

Per il suo secondo incontro il gruppo di lavoro cino-svizzero sulla proprietà intellettuale si è riunito a Berna il 25.11.2008. Il giorno precedente il gruppo ha inoltre fatto visita all'azienda farmaceutica Roche a Basilea dove ha visto gli stabilimenti e partecipato a un dibattito con alcuni "veterani" del settore.

Il gruppo ha continuato i lavori inaugurati in occasione del primo incontro a Pechino. Le discussioni si sono concentrate sulla terza revisione della legge cinese sui brevetti attualmente in corso, sulla revisione della legge cinese sui marchi, sull'intensificazione della collaborazione in materia di protezione delle indicazioni di provenienza, sulla protezione dei dati di test e su diverse questioni inerenti alla protezione dei diritti in Cina.

Della delegazione cinese facevano parte anche rappresentanti del Ministero dell'economia cinese (MOFCOM), dello State Intellectual Property Office (SIPO), della General Administration of Quality Supervision, dell'Inspection and Quarantine (AQSIQ) e della State Administration of Industry and Commerce (SAIC) nonché della corte suprema.

Alla tavola rotonda con gli esponenti dell'industria svizzera hanno partecipato rappresentanti di Economiesuisse, della Federazione dell'industria orologiera svizzera (FH), della SGCI Chemie Pharma Schweiz, dell'ABB, di Rieter, della fiera di Basilea, di Novartis e di Roche in veste di anfitrione. I rappresentanti dell'industria hanno colto l'occasione per spiegare i propri interessi e illustrare i problemi incontrati a livello di protezione della proprietà intellettuale in Cina alla delegazione cinese.

Sia la tavola rotonda che l'incontro dei gruppi di lavoro si sono svolti in un clima molto costruttivo e aperto.

Il prossimo incontro del gruppo di lavoro è previsto in Cina nell'autunno 2009.

Torna sù

  

14.09.2007 – Primo incontro del gruppo di lavoro svizzero-cinese nell'ambito della proprietà intellettuale

Il 14 settembre 2007 si è tenuto a Pechino il primo incontro del gruppo di lavoro svizzero-cinese nell'ambito della proprietà intellettuale. Il gruppo di lavoro, copresieduto dal Ministero cinese del commercio e dall'Istituto Federale della Proprietà Intellettuale, ha così dato il via alle discussione tese a tematizzare alcuni argomenti relativi alla protezione della proprietà intellettuale di grande importanza per l'economia svizzera. Il gruppo di lavoro si è in particolare concentrato sulle questioni relative alla competenza delle diverse autorità cinesi in materia di attuazione dei diritti di proprietà intellettuale, sulla terza revisione della legge cinese sui brevetti attualmente in corso, sulle lacune nella protezione dei dati sulle prove e su una collaborazione più intensa nell'ambito della protezione delle indicazioni di provenienza. Le questioni rimaste in sospeso saranno risolte per corrispondenza.

Al termine dell'incontro i rappresentanti di Cina e Svizzera hanno deciso che il prossimo ritrovo del gruppo di lavoro si terrà in Svizzera nel luglio del 2008.

Nell'ambito del visita a Pechino la delegazione svizzera ha incontrato altre autorità cinesi competenti in materia di protezione della proprietà intellettuale, tra le altre lo State Intellectual Property Office (SIPO), la General Administration of Quality Supervision, l'Inspection and Quarantine (AQSIQ) e la State Administration of Industry and Commerce (SAIC). Con tutte le autorità ci si è accordati per un'intensificazione della collaborazione. Allo SIPO la delegazione svizzera ha presentato diverse richieste dell'industria elvetica, mentre con AQSIQ e SAIC ci si è accordati per una migliore collaborazione nell'ambito della protezione delle indicazioni di provenienza.

Torna sù

  

08.07.2007 – Costituzione di un gruppo di lavoro svizzero-cinese nell’ambito della proprietà intellettuale

In occasione della sua missione economica in Cina la Consigliera federale Doris Leuthard, insieme al ministro del commercio cinese Bo Xilai, ha avviato ufficialmente il dialogo bilaterale tra Svizzera e Cina nell’ambito della proprietà intellettuale mediante una dichiarazione rilasciata a Pechino l’8 luglio 2007.

Il dialogo dovrebbe permettere di trattare temi rilevanti per l’economia svizzera in relazione alla protezione della proprietà intellettuale in Cina. In particolare si intende porre l’accento sull’insufficiente attuazione e applicazione delle normative giuridiche esistenti in Cina.

La base per il dialogo è costituita da un Memorandum of Understanding (MoU) firmato dal Ministero del commercio cinese e dalla Seco in collaborazione con l'Istituto Federale della Proprietà Intellettuale in occasione della XVII Commissione economica mista Cina-Svizzera riunitasi a Pechino il 29 maggio 2007, il quale prevede la costituzione di un gruppo di lavoro bilaterale nell'ambito della proprietà intellettuale.

Il gruppo di lavoro presieduto dal Ministero del commercio cinese e dall'Istituto Federale della Proprietà Intellettuale si riunirà ancora quest’anno a Pechino per la sua seduta costitutiva. Il MoU in inglese ammette anche la partecipazione di rappresentanti dell'industria e di associazioni, qualora ne sussista la necessità specialistica.

All’origine del dialogo bilaterale vi è una richiesta della Svizzera presentata presso l’OMC alla fine del 2005. La Svizzera chiedeva alla Cina diverse informazioni relative al sistema di applicazione della protezione della proprietà intellettuale. L’obiettivo era quello di ottenere, sulla base di casi di violazione specifici, informazioni su aspetti istituzionali e modalità concernenti i meccanismi di applicazione del diritto in Cina. Dal canto suo la Cina ha quindi proposto di chiarire le questioni sollevate nell’ambito di un dialogo bilaterale, che ora è stato avviato.

Torna sù