Osservatorio

Osservatorio dei provvedimenti tecnici

Le misure tecniche sono dispositivi volti ad evitare che gli utenti accedano illegalmente a contenuti digitali o che li riproducano senza autorizzazione. Contemporaneamente, tuttavia, potrebbero ostacolare anche utilizzi permessi.

Con la revisione parziale del diritto d’autore in vigore dal 1° luglio 2008 è stato istituito un osservatorio incaricato di osservare gli effetti dei provvedimenti tecnici sulle utilizzazioni delle opere consentite dalla legge e un eventuale pregiudizio degli interessi pubblici.
Esso funge inoltre da mediatore tra chi applica le misure tecniche, le cerchie di utenti e i consumatori e, all’occorrenza, contribuisce a trovare soluzioni di collaborazione. Le basi legali dell’osservatorio sono contemplate all’articolo 39b della legge sul diritto d’autore e all’articolo 16e - g dell’ordinanza sul diritto d’autore.

L’analisi degli effetti delle misure tecniche non mira a verificare se limitano o impediscono un’utilizzazione ammessa dalla legge, bensì piuttosto se pregiudicano un obiettivo perseguito con una limitazione della protezione. Un esempio può illustrare questa situazione:

La legge permette l’utilizzazione di opere nell’ambito personale e la creazione di una copia privata. Il legislatore non ha tuttavia introdotto questa possibilità affinché i privati possano effettuare copie liberamente, bensì per tutelare la sfera privata: il diritto d’autore non deve in nessun modo incentivare il controllo del comportamento privato degli utenti da parte dei titolari dei diritti. A prima vista un blocco delle copie non è compatibile con l’autorizzazione ad allestire una copia privata. Tuttavia, non è necessariamente contrario allo scopo perseguito con l’autorizzazione, in quanto non rappresenta un’ingerenza nella sfera privata. Soltanto in caso di ingerenza nella sfera privata l’osservatorio aiuterebbe, tramite una mediazione, le cerchie coinvolte.

Website del OPT

Last modified:09.01.2014 12:30