|

A cosa servono i disegni brevettuali?

I disegni che accompagnano il fascicolo del brevetto danno un volto alle invenzioni. Alcuni sono vere e proprie opere d’arte. Inizialmente eseguiti a mano, da molto tempo ormai sono realizzati con il computer, ma bisogna sempre stare attenti a non rivelare troppi dettagli per non rischiare di compromettere una futura invenzione. Un breve sguardo al lavoro dei disegnatori.

Macchina fotografica Polaroid: i disegni brevettuali illustrano l’invenzione oltre ad essere decorativi. Immagine: Espacenet
Macchina fotografica Polaroid: i disegni brevettuali illustrano l’invenzione oltre ad essere decorativi. Immagine: Espacenet

La maggior parte dei fascicoli brevettuali contiene disegni che illustrano le rivendicazioni e permettono a una persona esperta di capire come funziona l’invenzione. I disegni sono numerati e i riferimenti sono riportati nei testi del fascicolo. I disegni raccontano però anche delle storie. Più sono datati, più sono artistici e documentano l’inventiva dell’umanità.

  

I disegni, un supporto alla domanda di brevetto

In Svizzera e in Germania una domanda di brevetto non dev’essere necessariamente corredata di disegni. Tuttavia, i disegni facilitano il compito di chi deve valutare l’invenzione – e questo è anche nell’interesse dell’inventore. Più complessa è l’invenzione, più è difficile immaginare in cosa consiste basandosi unicamente sulla descrizione. «Descrivere a parole il funzionamento del movimento di un orologio è complicato», afferma Simon Straessle, esperto in brevetti presso l’Istituto Federale della Proprietà Intellettuale, che vedrebbe con favore addirittura l’uso di rendering 3D o di filmati. In altri Paesi, come per esempio negli Stati Uniti, è obbligatorio corredare la domanda di brevetto di disegni che illustrano graficamente l’invenzione. Chi integra da subito i disegni nella domanda, non dovrà quindi più preoccuparsene se deciderà di presentare una domanda di brevetto negli Stati Uniti.

  

I disegni devono rivelare solo lo stretto necessario

Tobias Maas e il suo team vantano un’esperienza pluriennale nel settore del disegno brevettuale. La ditta che dirige, la maas Patente & Konstruktionen con sede a Friedrichshafen, elabora disegni per conto di inventori individuali, aziende e studi di consulenza in brevetti. «Riceviamo schizzi di buona qualità ma anche prime bozze ancora grezze. A seconda dell’urgenza, a volte dobbiamo farci bastare uno screenshot di una presentazione Powerpoint», aggiunge Maas. Spesso la base del disegno brevettuale è un prototipo fornito dall’azienda.

 

Gli inventori individuali necessitano di un supporto particolare, perché spesso non sanno cosa deve contenere un disegno. Se non stanno attenti, rischiano di disegnare più di quanto è descritto nel fascicolo del brevetto. Gli elementi «di troppo» non possono più essere brevettati per un’eventuale altra invenzione perché sono già stati pubblicati. L’arte sta nel disegnare solo ciò che è necessario per rendere comprensibile l’invenzione. Prima di presentare una domanda di brevetto è quindi consigliabile chiedere aiuto a consulenti esperti.

  
  
Il leggendario registratore a cassette da portare preferibilmente in spalla. Immagine: Worldwide Espacenet
Il leggendario registratore a cassette da portare preferibilmente in spalla. Immagine: Worldwide Espacenet
  

  
Una lampadina con numerose rivendicazioni di brevetto (US 2142104A) Immagine: Worldwide Espacenet
Una lampadina con numerose rivendicazioni di brevetto (US 2142104A) Immagine: Worldwide Espacenet
  

  
Anche la bambola Barbie è stata brevettata (US3009284). Immagine: Worldwide Espacenet
Anche la bambola Barbie è stata brevettata (US3009284). Immagine: Worldwide Espacenet
  

  
Disegno del 1885 che raffigura un apparecchio acustico ( (US 311180A). Immagine: Worldwide Espacenet
Disegno del 1885 che raffigura un apparecchio acustico ( (US 311180A). Immagine: Worldwide Espacenet
  

  
La lavastoviglie è stata inventata da Josephine Cochrane ed è stata brevettata nel 1903 (US731341). Immagine: Worldwide Espacenet
La lavastoviglie è stata inventata da Josephine Cochrane ed è stata brevettata nel 1903 (US731341). Immagine: Worldwide Espacenet
  

  
La prima spillatrice era un oggetto massiccio. Nel disegno si vedono gli ornamenti artistici (US 212316). Immagine: Worldwide Espacenet
La prima spillatrice era un oggetto massiccio. Nel disegno si vedono gli ornamenti artistici (US 212316). Immagine: Worldwide Espacenet
  

  
Il tergicristallo è frutto dell’ingegno di Mary Anderson (US 743801A). Immagine: Worldwide Espacenet
Il tergicristallo è frutto dell’ingegno di Mary Anderson (US 743801A). Immagine: Worldwide Espacenet
  

Margine di creatività

I disegni devono essere realizzati in base a precisi requisiti. Devono essere eseguiti in bianco e nero e rispettare determinate dimensioni. A seconda della complessità dell’invenzione, per realizzare un disegno occorrono in media dalle due alle sei ore. Nel caso di invenzioni particolarmente impegnative, ci possono volere anche 20 ore di lavoro. È il caso per esempio dei diagrammi complessi di elettrotecnica con diversi livelli e curve.

 

Nonostante questi requisiti rigorosi, c’è sempre un margine di creatività. «Nei nostri disegni traspare anche lo stile personale. Usiamo la progettazione computerizzata (CAD) in modo «elastico», a volte ricorriamo a piccoli trucchi per ottenere risultati migliori», racconta Maas. In passato gli esperti nelle aziende investivano molto tempo nei disegni. Oggi non è più così; l’esecuzione è molto semplificata. «Un’auto viene rappresentata come una sagoma rettangolare, gli alberi come linee. Spesso basta una rappresentazione schematica», aggiunge Maas. Lo stile personale emerge nel diverso spessore delle linee o nel modo in cui vengono disegnati personaggi o macchine. «Non possiamo cambiare gli elementi essenziali dell’invenzione, ma possiamo modificare tutto il resto, per esempio gli elementi contestuali», spiega Maas.

 

Tutti i collaboratori del team sono disegnatori tecnici qualificati. Lavorare nel campo dei brevetti richiede molta immaginazione e una buona dose di creatività. Chi è abituato alla perfezione deve cambiare approccio: «Un disegno brevettuale non mostra mai tutto perfettamente e non corrisponde mai al 100 % alle norme tecniche», sottolinea Maas. Bisogna saper tollerare piccole imprecisioni. È comunque un lavoro appassionante: «Siamo a contatto con le innovazioni più recenti. Con i nostri disegni contribuiamo a fare in modo che la domanda di brevetto venga accolta», aggiunge Maas. L’evoluzione osservata nel campo dei brevetti si riflette direttamente nei disegni: «Ci si allontana sempre più dai tipici disegni brevettuali tecnici, come quelli per le turbine. Oggi ci occupiamo piuttosto di brevetti di procedimento per gesti con le mani, sistemi di telecamere che riconoscono la segnaletica e simili», spiega Tobias Maas.

  
«Siamo a contatto con le invenzioni più recenti». Tobias Maas è un consulente in brevetti specializzato nel disegno brevettuale. Immagine: Maas Patente & Konstruktionen
«Siamo a contatto con le invenzioni più recenti». Tobias Maas è un consulente in brevetti specializzato nel disegno brevettuale. Immagine: Maas Patente & Konstruktionen
  
  

Disegni brevettuali decorativi, consigli per la realizzazione di disegni

Consigli per la realizzazione di disegni: requisiti per i disegni brevettuali in Svizzera

 

Esempio di fascicolo: Portabiancheria

 

Ricorso a esperti: gli inventori individuali dovrebbero chiedere consiglio a un consulente in brevetti. Nella nostra rete di consulenza PI trovate le informazioni di contatto.

 

Motore di ricerca dei brevetti: La banca dati dell’Ufficio europeo dei brevetti (UEB) contiene oltre 120 milioni di brevetti. Per la ricerca basta inserire una parola chiave, ma i risultati sono più precisi se si conosce il nome dell’inventore.

 

Disegni decorativi: i disegni brevettuali possono servire a scopi decorativi. Diversi operatori propongono stampe in diverse dimensioni e colori. Ma ci sono soluzioni più semplici: si possono cercare i disegni nelle apposite banche dati e stamparli direttamente senza preoccupazioni di tipo legale: secondo la legge svizzera i disegni brevettuali non sono tutelati dal diritto d’autore.

 

Disegni brevettuali utilizzati spesso come poster: lampadina di Edison, omino Lego, fotocamera Polaroid, rotolo di carta igienica

 

Letture consigliate: https://www.orellfuessli.ch/shop/home/artikeldetails/ID30497369.html?ProvID=10917736&gclid=CjwKCAjw1ej5BRBhEiwAfHyh1DmbDIYuA_TbCH7VmB-BubWrIlffirZnoQd1z48R3xRWrRmNpTlZJxoCBgoQAvD_BwEThe Art of the Patent (Kevin Prince, ISBN 978-0983964001) e Patente Patente (Frederking u. Thaler, ISBN 978-3-95416-215-4)

Indietro

Condividi